il sangue degli altri

un romanzo criminale

Ché non c’è molto da sorridere

“Son tornato a casa, oggi, sulla scrivania c’era una busta, me l’aveva lasciata Simona, dentro la busta c’era un libro, il libro era Il sangue degli altri, di Antonio Pagliaro, che io non l’avevo trovato, ho fatto un bel sorriso, per questo fatto che Simona mi aveva lasciato il libro Il sangue degli altri, ho iniziato a leggerlo, ho sorriso un po’ meno, ché non c’è molto da sorridere, a legger la storia che racconta, ma già dopo poche pagine, mi sa che non lo abbandonerò facilmente, questo libro. L’unica cosa, questo libro, proprio all’inizio, ci sono i nomi dei personaggi, di questo libro, certo che chiamare un personaggio Edo, io non lo so, cosa passava per la testa, all’autore di questo libro : – )
Considerazione a margine quasi seria (si fa per dire, eh), molte delle persone che stan dentro i ringraziamenti, io, anche se in modo solo virtuale, le conosco, e leggendo questo libro mi sembra di leggere un po’ anche loro, e di più mi sembra di leggere anche un po’ quel che può fare la rete, se unisce delle persone che hanno qualcosa in comune, e insomma, mi faccio un po’ una riserva di argomenti contro chi dice male del modo di viverla, almeno ultimamente, la rete, che a viverla così, secondo me, dirne male, non ci sono argomenti.”
Francesco sul tumblr di 8e49

Advertisements

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: